Warning: Declaration of description_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $item, $depth = 0, $args = Array, $id = 0) in /home/mobilimu/public_html/acqua-leo.it/wp-content/themes/CherryFramework/functions.php on line 334

Warning: Declaration of MY_Import::bump_request_timeout() should be compatible with WP_Importer::bump_request_timeout($val) in /home/mobilimu/public_html/acqua-leo.it/wp-content/themes/CherryFramework/admin/wordpress-importer.php on line 24
Tag Archivio per "acqua" | Acqua Leo

Tag Archives : acqua

L’acqua del buonumore funziona così

Eh sì, settembre è da sempre un mese particolarmente difficile. La magia dell’estate pian piano svanisce, così come i benefici dell’abbronzatura e del periodo di relax vissuto insieme ai propri cari.

La ripartenza è per tutti molto complicata, ma quest’anno il clima di profonda incertezza complica ancor di più le cose. Come ripartire con il piede giusto, allora? Anche in questo caso l’acqua e la natura possono essere alleate preziose per recuperare grinta e buonumore.

Ecco qualche ricetta per tisane da gustare tiepide o fredde, per ricaricare corpo e mente:

  • Agrumi: la vitamina C contenuta nei limoni, arance, pompelmi, è un concentrato di energia ed è inoltre fondamentale per aiutare a rinforzare le difese naturali. Il consiglio più: se le giornate sono ancora calde, è possibile preparare una bevanda detox, lasciando in infusione gli agrumi per almeno 4 ore.
  • Melissa: conosciuta da secoli per le sue proprietà calmanti, la Melissa aiuta a ritrovare con calma e serenità. Lasciare in infusione per una manciata di minuti qualche foglia in Acqua Leo naturale bollente
  • Zenzero: ormai questa preziosa radice è conosciutissima e molto diffusa anche in Italia. Da sempre valido alleato del nostro organismo, lo zenzero è perfetto da gustare in una tisana accompagnato con una fetta di limone e un cucchiaino di miele.

Acqua magica: esperimenti con Acqua Leo

Alzi la mano chi non è rimasto almeno una volta incantato dalla magia dell’acqua. Meraviglia della natura, fonte di vita, l’acqua esercita da millenni una grande forza attrattiva per grandi e piccini. In queste calde giornate di sole, ecco qualche esperimento da fare in casa con i più piccoli per scoprire e riscoprire insieme la forza unica dell’acqua.

  • 1° esperimento: il galleggiante. Perché un sasso affonda in acqua e invece una nave grande e grossa riesce a galleggiare? Quante volte i nostri figli ci hanno fatto questa domanda. Ecco allora un simpatico esperimento da fare insieme. Prendete una bacinella piena di acqua, inserite un po’ di frutta: ciliegie, fragole, pesche, mele. Alcune galleggeranno, altre cadranno giù per via della presenza di aria all’interno di ogni corpo.
  • 2° esperimento: il ciclo dell’acqua. Ma da dove viene l’acqua e dove va a finire? Tra le meraviglie di Madre Natura c’è sicuramente il ciclo infinito dell’acqua. Come spiegarlo ai più piccoli in modo semplice? Basta una bottiglia di acqua e un pennarello. Riempite la bottiglia di acqua per poco più di metà, segnate con il pennarello il livello dell’acqua Poi sistemate la bottiglia all’aperto, meglio se sotto il sole. Dopo qualche ora l’acqua, grazie alla evaporazione sarà scesa sotto il livello segnato nella linea.
  • 3° esperimento: l’acqua cammina. Difficile spiegare la teoria dei vasi comunicanti, molto più semplice e immediato è far vedere ai nostri piccoli che l’acqua cammina veloce. Bastano 3 bicchieri, due dei quali riempiti per metà con dell’acqua colorata ( basterà un po’ di tempera) ,Tra un bicchiere e l’altro mettiamo un po’ di carta a formare un arco. I bambini vedranno subito che l’acqua sale e si sposta da un bicchiere all’altro.

 

Mamma, un bicchiere d’acqua!

Mi prendi l’acqua? Ma sei già a letto è ora di dormire! Puntuale come un orologio arriva la richiesta dei nostri piccoli un attimo prima di spegnere la luce. Per molte mamme è una sorta di rito, per alcune un capriccio, per altre il bisogno di attenzioni. Perché i bambini chiedono sempre un bicchiere d’acqua prima di andare a dormire?

Sembra quasi che abbiano un orologio biologico, dopo una giornata passata a rincorrerli spiegando quanto sia importante bere, soltanto la sera i bambini ci chiedono l’acqua e lo fanno quando sono nel letto, pronti per la fatidica ora della nanna.

Forse non hanno bevuto abbastanza durante la giornata? Possibile, i bambini infatti hanno una minore percezione della sete, al contempo però si disidratano molto più velocemente degli adulti, soprattutto durante l’attività fisica. Questo però spiega solo in parte la richiesta di bere un bicchiere d’acqua prima di fare la nanna.

Secondo i recenti studi, la domanda dei bambini nasconde molto più di un bisogno fisiologico. Quando i piccoli si alzano dal letto, proprio quando sembravano aver preso sonno, per fare la fatidica richiesta, stanno semplicemente comunicando un bisogno di conferma. Dietro quel bicchiere d’acqua si cela, per gli psicologi, la sete di certezze, che si traduce in piccoli gesti di attenzione. I bambini, soprattutto quando sono piccoli temono la notte, perché hanno paura del buio e di rimanere soli. In quella richiesta del bicchiere d’acqua c’è tutta la loro sete d’amore e il loro bisogno di sentirsi protetti. Portare loro un bicchiere d’acqua, vuol dire quindi, comunicare la nostra presenza. Un piccolo gesto, che li guiderà più dolcemente tra le braccia di Morfeo. Ecco perché è importante avere una bottiglia di Acqua Leo anche vicino al letto dei nostri bimbi!

 

 

Quanta acqua bere durante e dopo l’allenamento?

Estate, tempo di sport! Dopo un lungo inverno chiusi in palestra o sedentari a casa, le belle giornate ci stimolano ad allenarci all’aria aperta. Durante l’attività fisica l’idratazione è fondamentale e bisogna bere la giusta quantità di acqua sia durante che dopo l’allenamento: questo perché la sudorazione è il risultato della termoregolazione corporea che è un processo fisiologico che non va ostacolato, ma aiutato con l’idratazione a intervalli regolari.